Fare fotografia con poco - Guida del fotografo squattrinato

Con la fine del lockdown, chi ama la fotografia può finalmente uscire e dare libero sfogo alla propria creatività (o dipendenza, se si è come me). Tuttavia, le conseguenze di mesi di blocco possono farsi sentire sia sui portafogli che sulla voglia di investire cifre importanti per iniziare a costruire un corredino, o per migliorare quello che già si ha.

E in questi giorni, complice la dipartita prematura di due delle mie amatissime Fuji, mi sono trovato a dover ripiegare (come secondo corpo momentaneo) su un muletto parecchio economico, e mi è venuta l'idea di scrivere questa guida.

Si può fare fotografia di livello con 300€, ad oggi 31 maggio 2020?

Per la verità si può fare fotografia di livello con qualsiasi cosa, ma si potrà avere, con quella cifra, un corpo macchina di tutto rispetto, ed una lente che permetta di fare tutto?

Partiamo da un presupposto: per me le entry-level sono da buttare, tutte, indistintamente, trappole costruire per prendere in giro gli amatori, per cui qui non discutiamo di 1200d, 4000d, 800d, d3300 e simili.

I requisiti che deve avere una macchina che io possa consigliare sono: alto livello di affidabilità, qualità di immagine molto buona in ogni situazione, compatibilità con lenti di livello e di grande varietà.

La mia scelta, per il corpo macchina, è caduta sulla Nikon d200, ad oggi acquistabile a partire da 150€ con un anno di garanzia presso IMMAGINI, in piazza umberto 31. Un buon AF (compatibilmente con una roba che ha quasi 20 anni), motore di fuoco integrato nel corpo, che la rende utilizzabile con tutte le lenti AF nikon della serie D ed ED, tra cui ci sono dei gran pezzi a poco prezzo, come l'80.200 2.8 D (acquistabile, ad oggi, a partire da 300€ usato con un anno di garanzia presso IMMAGINI in piazza umberto 31), corpo macchina in metallo, abbastanza resistente da schiacciarci le noci, tropicalizzato (e credetemi, regge a sollecitazioni molto forti) e sensore CCD, ultimo sensore utilizzato da Nikon i cui colori, personalmente, mi piacciono, e non da ultimo una batteria che dura abbastanza.

Trovato il corpo macchina, c'è stato da individuare la lente, ma quello è stato più facile, perchè Nikon ha in catalogo un plasticoso quanto ottimo 18-105 3.5-5.6 VR, ad oggi acquistabile usato a partire da 150€ con un anno di garanzia sempre presso IMMAGINI, buono per fare un po tutto, buio ma stabilizzato, in periodi come questo in cui il sole tramonta tardissimo, assolutamente utilizzabile per tutto l'arco della giornata.

Di recensioni tecniche ne trovate a migliaia sul web, per cui non mi metterò a parlare di nitidezza, distorsione, cadute di luce e cose che lasciano il tempo che trovano, specialmente a questi prezzi.

Quello che conta è che la lente fa il suo, permette di gestire bene sia paesaggi e street che ritratti o dettagli di architettura, l'AF è decente e lo stabilizzatore torna utile.

L'accoppiata funziona bene, si tiene piacevolmente in mano e fa anche la sua figura, che non guasta mai.

Per i palati fini poi, e qui sforiamo il budget dei 300€, è possibile accompagnare la macchina con un 35mm 1.8 NIkon, acquistabile usato presso IMMAGINI a partire da 130€, utile, funzionale, luminoso.


Siccome le immagini valgono più delle parole in questo campo, dopo una fin troppo prolissa spiegazione, qualche fotografia realizzata con d200 e 18-105









78 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti